La melagrana

Carissimi lettori!
Oggi vi suggerisco una centrifuga a base di melagrana, uva e mele! Si tratta di una centrifugato
Vi basterà centrifugare questi frutti a vostra discrezione! Fate attenzione: se invece volete ottenere il succo di melagrana vi suggerisco un modo pratico per evitare inutili sprechi e macchie sulla tovaglia!
Dividete la melagrana in due o più parti con il coltello. Immergete le varie parti in una ciotola d’acqua e rimuovete i chicchi con le dita. Infine rimuovete le parti di scarto e scolate i chicchi di melograno che saranno così pronti per la vostra centrifuga!

images

Questi bei chicchi dal colore vermiglio sono ricchissimi di sali minerali, acqua e vitamine.
Ne esistono diverse varietà: zuccherine, agrodolci e acide.
Addirittura se ne conosce l’impiego nei tempi antichi: la sua radice veniva cotta nel vino come ottimo vermifugo e la sua buccia veniva utilizzata in caso di intestino pigro.
Oggi sappiamo che la melagrana apporta pochissime calorie e che essendo ricco di tannini e polifenoli riduce i radicali liberi.
Grazie alle antocianine contenute nel suo succo, svolge un’azione protettiva nei confronti dei raggi UV, inoltre ha proprietà anticoagulanti ed aiuta a ridurre il rischio di arteriosclerosi e svolge un’azione di protezione nei confronti delle malattie cardiovascolari.
Il suo regolare uso diminuisce il colesterolo, aiuta a combattere l’obesità e a migliorare il benessere complessivo.
Quindi, ne consiglio un uso moderato, autunnale e stagionale quando potrete godere appieno delle sue virtù antiossidanti, diuretiche, purificanti ed equilibranti, ma non solo, esattamente come la cioccolata, anche la melagrana è ricca di flavonoidi che rinforzano cuore e arterie aumentandone l’elasticità!
Quindi ricordatevi di utilizzarlo non solo in composizioni e decori! La melagrana, proprio come dicevano i greci è: bella e buona e vale la pena sperimentarla anche in deliziose centrifughe, dolci e piatti vari!

Comments are closed.