Il Cioccolato fondente

Aggiorniamo questa rubrica dedicata agli alimenti partendo da un argomento molto goloso, il cioccolato fondente!
Con l’incalzare del freddo e il Natale alle porte chi non se ne vorrebbe concedere un delizioso quadretto? Senza farci prendere dai rimorsi poi, concediamocelo pure! Infatti il cioccolato nero (più alta è la percentuale di cacao, meglio è) è uscito definitivamente lista degli alimenti ASSOLUTAMENTE PROIBITI. Al contrario, recenti studi condotti in California, Zurigo e Olanda dimostrano che il cioccolato fondente ha numerose proprietà, vediamo insieme quali sono.
All’ interno del cioccolato, il cacaobarretta è l’ingrediente più salutare ricco di flavonoidi antiossidanti, ovvero le epicatechine. Ecco svelato perché maggiore è la percentuale di cacao, maggiori sono i benefici, infatti il latte tende a neutralizzare le virtù naturali di queste preziose molecole.
Le epicatechine sono dei cardioprotettori naturali in quanto agiscono sulle fibre muscolari del cuore mantenendo le arterie dilatate e flessibili, se le arterie sono pervie si allontana il rischio di infarto o ictus.
Dal momento che contiene anche zuccheri e grassi, il cioccolato trattato è anche molto calorico, infatti è precoce parlare di “ciocoterapia”, ma sono sempre più intensi gli studi condotti sui flavonoidi del cacao, anche le grandi industrie del cacao stanno investendo nella messa a punto del cacao ideale, ipotensivo e poco calorico da usare in campo medico.
E’ un dato assodato invece, che il cacao sia un antidepressivo naturale in quanto contiene serotonina, neurotrasmettitore responsabile del buon umore, sembra inoltre che i flavonoidi della cioccolata migliorino le prestazioni della memoria perfino in soggetti anziani, aumentando il flusso del sangue in un area chiave del cervello: il giro dentato.
Insomma il cioccolato fondente mangiato nella giusta misura non è certo più nocivo di altri alimenti, al contrario è ottimo in condizioni di debolezza e stress, oltre a dare piacere, risolleva l’umore e da energia.
Va benissimo gustarlo sotto forma di barretta o in polvere, in cucina è divertente utilizzarlo sotto forma di salsa su cibi salati come nel film Chocolat. In fondo il cacao è il più romantico degli alimenti, il cibo degli dei come sostenevano i Maya, l’elisir dell’amore dal potere afrodisiaco come sostiene la credenza popolare. Non è forse bello dare un valore aggiunto al cibo che non sia esclusivamente fonte nutrizionale, e considerarlo poesia pura?.
Attenzione però, in quanto vasodilatatore è bene che non ne mangino troppo i soggetti con forti mal di testa, sconsigliatissimo per chi soffre di ulcere, gastriti e allergia o intolleranza al nichel e per quanto grezzo sia, il cioccolato rimane sempre altamente calorico!
Dott.ssa Chiara Pagliai

Comments are closed.